CHI SIAMO

Introduzione


Nelle panoramiche colline di Brisighella (Ravenna), presso Torre Cavina, Società Agricola DonnaLivia ha dato luogo a una suggestiva ed unica location agrituristica. L’azienda agricola biologica è inserita in una tenuta indivisa di 167 ettari, collocata a ridosso del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, nel territorio che si trova tra le località di Fognano e Zattaglia, e sorge nel cuore dell’antico borgo medievale di Torre Cavina.

Il progetto

DonnaLivia nasce dall’idea di ritornare alla terra, dalla voglia di godere della vita all’aria aperta circondati dalla natura e dagli animali, secondo una filosofia di produzione alimentare che vuole vivere in equilibrio con l’ambiente naturale e preservarlo per le generazioni future.
DonnaLivia aspira ad essere un’azienda a ciclo chiuso, cercando di riutilizzare tutti gli scarti della produzione dell’olio extravergine d’oliva come risorsa per la produzione energetica, usando le rimanenze alimentari vegetali derivanti dal ristorante e dalla casa come nutrimento per gli animali d’allevamento, per le More Romagnole in primis, concimando buona parte delle colture con il letame dei nostri cavalli.
I nostri prodotti sono tutti improntati alla qualità sensoriale e sostenibilità ambientale. La passione per i frutti della terra ci porta a riservare massima attenzione ad ogni momento della produzione, alla sua confezione e al racconto per chi assaggia. Vogliamo offrire alle persone prodotti di qualità da consumare a casa, ma abbiamo creato anche la Locanda per dare la possibilità di scoprire la nostra tenuta, rilassarsi in mezzo alla natura e degustare i nostri prodotti nel territorio in cui nascono, all’insegna della convivialità. È così che noi intendiamo fare Agriturismo.

SCOPRI LA LOCANDA

Colture e allevamenti

La tenuta DonnaLivia si occupa di colture ed allevamenti che rispecchiano la biodiversità della Romagna.

L’oliveto, con certificazione Biologica e DOP, si estende per 30 ettari sui saliscendi della Vena del Gesso Romagnola, che conferisce caratteristiche pedo-climatiche uniche al frutto dell’oliva, grazie soprattutto alla superficie riflettente del gesso che dona calore durante le ore notturne mitigando il clima. La cultivar più diffusa è la Nostrana di Brisighella, celebre ed apprezzata per il suo alto contenuto di polifenoli, ma sono presenti anche Frantoio, Leccino e la “Colombina” romagnola, utilizzata come impollinatore. Una porzione di uliveto, che si trova al Poggio Bianco, ospita le piante centenarie, che con i loro imponenti tronchi e le grandi fronde dominano la collina da una posizione protetta ed solatia gestita a terrazze. La concimazione delle piante è soprattutto naturale grazie all’apporto dei nostri cavalli, che pascolano allo stato semibrado all’interno dell’azienda. Le olive raccolte a mano e molite immediatamente nel frantoio aziendale a ciclo continuo a due fasi, confluiscono nei nostri olii extravergine d’oliva: Centenario, Viridum e Metodo.
Il vigneto certificato Biologico, anch’esso collocato sul Poggio Bianco, si estende per 7 ettari rivolto a Monte Mauro, cima più elevata della Vena del Gesso Romagnola, circondato da un bosco di piante ad alto fusto. La conformazione del terreno in pendenza impedisce il ristagno di umidità e il clima ventilato inibisce le attività di insetti patogeni. I vitigni ospitati sono l’autoctono Sangiovese e il Merlot, uve a bacca rossa che danno vita ai nostri vini Rosso Cavina (Ravenna Rosso IGP), Via Cavina 26 (Romagna DOP Sangiovese Superiore) e Rosa Cavina (Ravenna Rosato IGP – vino spumante brut).
Nelle vicinanze del borgo medievale e della Torre Cavina, centro pulsante dell’azienda, si trova l’orto strettamente legato alla stagionalità e alla rotazione delle colture, da cui provengono tutte le verdure utilizzate nella cucina della nostra Locanda. Viene gestito con diserbo completamente meccanico, l’irrigazione a goccia e la concimazione biologica. Il nostro orto è aperto alla visita dei bambini per scoprire come nasce il cibo che assaporano a tavola e gli ospiti dei nostri appartamenti possono fare direttamente la spesa nell’orto.
DonnaLivia si dedica anche all’allevamento di More Romagnole, suini tipici della zona, che convivono con le asine in 8 ettari di bosco recintato allo stato semibrado. Galline, capponi, quaglie, faraone, oche e capre, soggiornano invece nei pressi del laghetto e i cavalli scalzi Delta Camargue vivono in branchi, allo stato semibrado, all’interno dell’oliveto.

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI

Per il resto della sua estensione la tenuta di DonnaLivia è coperta da bosco ceduo di latifoglie, che ospita betulle, faggi, acacie e frassini. È percorso da molti sentieri che offrono all’escursionista, a piedi, a cavallo o in mountain-bike, viste mozzafiato, immersione nella natura, silenzio, e, con un po’ di fortuna, l’avvistamento di specie selvatiche autoctone: caprioli, fagiani, lepri, volpi, istrici, falchi, gufi, donnole, poiane, scoiattoli e cinghiali. Al suo interno si trovano, inoltre, il noceto e il castagneto che offrono al nostro agriturismo la possibilità di produrre, il primo, il liquore Nocino e il secondo le caldarroste nel periodo autunnale. È anche possibile imbattersi in numerosi ruderi, traccia di come in tempi più antichi la zona collinare fosse ben più popolata.

SCOPRI LE ATTIVITÀ ALL'ARIA APERTA

LINK UTILI

naviga in velocità nel mondo di DonnaLivia!